A.S.D. Giuliano Schultz

L'Associazione Sportiva Dilettantistica "Giuliano Schultz" onlus, con sede presso il Centro Residenziale "Villa Santa Maria della Pace" dei S.S. Padri Trinitari in Medea, si è costituita nel corso dell'anno 1997 con l'intento di provvedere e disciplinare lo svolgimento di attività ludico-motorie, sportive e ricreative delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, allo scopo di migliorarne la qualità della vita e, comunque, di favorirne l'integrazione e l'inclusione nella società, attraverso l'esercizio dell'attività motoria di base, la pratica dello sport promozionale ed agonistico e le diverse attività collaterali. 

L'attività sportiva è una forma specifica di comunicazione che riassume diversi livelli di espressione: motoria, psichica, sensoriale e sociale ed è concepita dalla nostra Associazione come un' occasione di esperienza formativa, oltre che ad una proficua utilizzazione del tempo libero.
Si sviluppa nella prospettiva di una sempre migliore integrazione sociale, quindi l'attività sportivo-motoria deve e può essere fruita dalla stragrande maggioranza di persone con disabilità psichica in quanto ogni ipotesi di lavoro ed ogni regolamento tecnico prevede tutti i possibili aggiustamenti ed adattamenti per far si che sia data la possibilità di partecipazione a tutte le persone, adulti e giovani e, soprattutto, con differenti livelli di abilità. Ogni disciplina, inoltre, ha una sezione riservata alle attività di Sport Unificato, dove atleti disabili e normodotati si uniscono per arrivare ad una concreta integrazione.

Lo sviluppo motorio facilita lo sviluppo mentale; la nostra Associazione si propone, altresì, di promuovere lo studio e l'approfondimento delle tecniche relative alle persone in situazione di disabilità intellettiva e di fornire agli operatori ed ai tecnici le competenze necessarie a sostenere efficacemente la diffusione e la pratica dello sport tra le persone con disabilità intellettive e/o relazionali. 

Lo sport, offrendo continue opportunità di dimostrare coraggio e capacità, diventa un efficace strumento di riconoscimento sociale e costituisce un momento fondamentale nel processo di riabilitazione, educazione ed emancipazione della persona con disabilità intellettiva e/o relazionale oltre a migliorare sensibilmente i concetti di autoefficacia ed autostima degli stessi
Può, lo sport, essere palestra di vita che offre agli atleti la possibilità di valorizzare le loro diverse abilità e di spenderle produttivamente nella società, che avvicinandosi a loro in situazioni gioiose, matura una maggiore disponibilità verso la disabilità.

L'obiettivo finale, pertanto, è quello di offrire ai nostri atleti continue occasioni di esprimere le loro abilità fisiche e tecniche oltre a favorirne l'inclusione nella società e l'integrazione con coetanei normodotati.

L' Associazione e il Centro dei Padri Trinitari di Medea

I rapporti tra l'Associazione Sportiva Dilettantistica Giuliano Schultz onlus e l'Istituto Medico Psico-Pedagogico "Villa Santa Maria della Pace" sono sempre stati improntati su un reciproco scambio di competenze e di opportunità. Avendo l'Associazione sede all'interno del Centro Residenziale, la stessa è nata per dare risposte all'esigenza di attività ludiche e motorie nonché sportive degli ospiti del Centro.
Nelle varie composizioni dei Consigli Direttivi, che si sono susseguite negli anni, la maggioranza dei Consiglieri è sempre stata appannaggio di dipendenti dell'Istituto o da famigliari dei nostri ospiti e per ben quattro quadrienni la presidenza o la vice presidenza è stata retta dai direttori del Centro. Se a questo si aggiunge che il coordinatore tecnico e i tecnici sono anch'essi dipendenti dell'Istituto si può facilmente evincere che l'Associazione sportiva, pur essendo legalmente un ente autonomo è sempre stata legata a filo doppio con il Centro tanto da essere considerata dall'opinione pubblica un'emanazione dello stesso.

L'attività motoria, ludico-sportiva e prettamente agonistica degli atleti/ospiti del Centro, è condotta da tecnici/dipendenti nella maggioranza dei casi in orario di lavoro ovvero in maniera volontaristica, pertanto rientrano nel quadro delle attività del Centro e sono concordate con i referenti educativi e con la coordinatrice dei servizi.

L'Associazione è affiliata al CIP (Comitato Italiano Paralimpico) tramite la FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intelletiva e/o Relazionale), aderisce al Programma del SOI (Special Olympics Italia) e partecipa a tutte le manifestazioni organizzate da questi due enti nazionali a vari livelli: regionale, interregionale e nazionale. La partecipazione dei nostri atleti e garantita dall'impegno dei tecnici che, nella maggioranza dei casi, operano da volontari. In passato, nelle organizzazioni dei Campionati italiani la nostra Associazione si è avvalsa della collaborazione del Centro e anche nel presente, in occasione dell'allestimento dei campionati regionali, questa collaborazione continua a perpetrarsi. Nello specifico l'Istituto supporta il lavoro dell'Associazione per quanto riguarda l'aspetto logistico e dei servizi, dando la possibilità di ricavare la propria sede all'interno del Centro, garantendo il servizio di lavanderia e stireria, occupandosi della manutenzione dei tre mezzi di proprietà dell'Associazione, offrendo gli spazi consoni per le assemblee del Consiglio direttivo, dei Soci, per convegni, feste e premiazioni e offrendo, in queste occasioni il servizio della cucina per eventuali pranzi e buffet.

Compito della Direzione del Centro è anche quello di farsi carico elle quote associative degli atleti residenti all'interno dello stesso, come da articolo 8 dello statuto dell'Associazione dove è riportato che rientra nei fini dell'Istituto, fra l'altro, la formazione ludico-sportiva degli ospiti dello stesso. Da notare, inoltre, che pur annoverando fra gli iscritti 19 atleti esterni al Centro, ogni allenamento e ogni gara, siano essi Campionati, meeting o semplici eventi dimostrativi, vede sempre la presenza numerosa e costante degli ospiti del Centro.
Nessuna attività, pertanto, sia anche essa di ricreazione viene programmata e attuata senza la presenza degli ospiti del Centro.

La storia

Il 17 dicembre 1997 presso lo studio notarile di Busilacchio Giovanni in Cormons viene fondato l'allora Gruppo Sportivo "Giuliano Schultz" poi trasformatosi, nel 2007, in osservanza alle indicazioni sulle Associazioni Sportive , in Associazione Sportiva Dilettantistica "Giuliano Schultz" con lo scopo precipuo di dare offerta sportiva ai giovani ospiti dell'Istituto "Villa Santa Maria della Pace" dei S.S. Padri Trinitari. Soci Fondatori risultano essere il compianto Padre Amedeo Angelone, allora Direttore dell'Istituto stesso, Padre Pietro Lorusso Vice Direttore, le sig.re Bevilacqua Fabia , Kovacic Antonella e il sig. De Mitri Luciano dipendenti del suddetto Istituto.

La scelta del nome viene dettata per onorare la memoria di un ospite del Centro, Giulliano Schultz appunto, prematuramente scomparso. I colori scelti sono il granata e bianco mentre il simbolo raffigura un toro rampante. La sede del Gruppo, stante la provenienza dei Soci Fondatori, viene Istituita presso il Centro suddetto.

La presidenza della società sportiva viene retta per un quadriennio da Padre Amedeo Angelone con Vice Presidente Padre Pietro Lorusso. Nel secondo e terzo quadriennio, vista la volontà di coinvolgere i familiari degli ospiti del Centro, la Presidenza è tenuta dal sig. Giovanni Finotto, padre di un ospite, mentre alla Vice Presidenza viene confermato Padre Pietro Lorusso. Negli ultimi due quadrienni si decide di aprirsi all'esterno del Centro e di conseguenza la Presidenza viene affidata al sig. Faustino Secolin, già operatore dell'Istituto coaudivato dalla sig.ra Claudia Panteni, Coordinatrice dei Servizi, in qualità di Vice Presidente. La conduzione tecnica della società viene affidata a Luciano De Mitri, anche lui operante nel Centro, che si avvarrà nel corso dei venti anni di sodalizio, per la maggior parte dei casi, di collaboratori sempre dipendenti del Centro.

I primi sport praticati, oltre all'attività ludico motoria di base, sono quelli dell'atletica leggera e del nuoto e già dalle prime uscite a livello provinciale nonché regionale i nostri ospiti si segnalano per le notevoli capacità che gli permettono di mietere le prime vittorie. Ma è nel 1998 che, solo dopo un anno dalla sua fondazione, nello splendido scenario dello stadio delle Terme di Caracalla in Roma, il Gruppo vince i suoi primi due titoli nazionali con Fabio Gerussi, salto in lungo, e con Ilario Patruno nel getto del peso. A partire da quella data per arrivare ai giorni nostri l'Associazione potrà vantare la bellezza di 72 titoli nazionali nella disciplina dell'atletica leggera, 4 titoli interregionali nel basket unificato,10 nelle bocce, 2 nel nuoto, 1 nella pallacanestro e 12 nel tennis tavolo.

I numeri sopra riportati stanno a dimostrare l'ottimo livello di preparazione raggiunto dai nostri atleti sia nel settore agonistico che in quello promozionale tanto da attestare il nostro sodalizio ai vertici dello scacchiere nazionale per quanto riguarda i risultati ma anche per la capacità organizzativa di eventi a livello nazionale e internazionale nonché per la costante opera di promozione dello sport per atleti portatori di deficit cognitivo.

Nel 2003 il capitano dell'Associazione, Ilario Patruno, vola a Dublino per difendere i colori della nazionale di atletica leggera ai Giochi Mondiali Special Olympics. Al termine di una gara combattutissima il nostro atleta vince, con merito, una splendida medaglia d'oro nella specialità del getto del peso.
La nostra Associazione continua a mietere vittorie, soprattutto in atletica leggera, e nel corso della stagione sportiva 2005 arriva il gradito riconoscimento di essere nominata Centro Pilota Federale mentre il coordinatore tecnico dell'Associazione, sig. Luciano de Mitri, viene eletto Tecnico Nazionale di atletica leggera e tennis tavolo. Sempre nello stesso anno viene accettata, da parte della Regione, la nostra richiesta di riconoscere la nostra Associazione come onlus. Viene pertanto dato merito all'opera di utilità sociale svolta dall'Associazione.

Nel 2006 l'Associazione decide di aprirsi all'esterno, presentando alla Regione il progetto "Sportivamente Insieme" con l'obiettivo prioritario di operare una concreta azione di disseminazione dei contenuti e delle possibilità legate alla realizzazione di attività motoria, riabilitativa e sportiva a favore di persone disabili intellettive e/o relazionali nel territorio della Provincia di Gorizia e in particolare nell'ambito scolastico. Il progetto viene accettato e pertanto l'Associazione diventa Ente gestore nei Piani di Zona dell'Alto Isontino. Grazie al lavoro portato avanti nel quadriennio 2006/2009 alcuni giovani disabili del mandamento si iscrivono al nostro sodalizio andando ad infoltire il numero di tesserati all'Associazione.

Ad oggi gli atleti esterni al Centro sono 19 ottimamente integrati con gli ospiti del Centro. Corre la stagione sportiva 2007 quando la nostra Associazione tocca il punto finora più alto della sua storia. A Shanghai il nostro grande atleta, Maurizio Dal Bello, si laurea campione mondiale nella specialità della maratona con un tempo strabiliante di 3h34'54". L'impresa di Maurizio risulta essere non solo una nostra vittoria ma riveste i contorni di un'impresa per tutto il movimento nazionale e di quello della disabilità L'eco della performance valica i confini sportivi tanto che, il nostro atleta, prima persona con disabilità intellettiva, viene insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica per meriti sportivi.

La stagione 2009 si contraddistingue per le ottime vittorie di due nostri atleti ai Giochi Europei Special Olympics di atletica leggera e precisamente di Mauro Cominotto, mt. 800 marcia in quel di Varsavia, e di Claudio Macor m. 100 e 200 a Valencia. Sempre nello stesso anno arrivavano le convocazioni ai Campionati Europei di tennis tavolo per i già citati e polivalenti Ilario Patruno e Maurizio Dal Bello capaci, assieme ai loro compagni di nazionale di vincere la medaglia di bronzo nella gara a squadre. 
Nel 2010 ancora Maurizio Dal Bello viene convocato ai Campionati Europei di cross a Lisbona mentre il Coordinatore Tecnico viene nominato Presidente Regionale della Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva e Relazionale. Nella stagione sportiva 2011 si registrano i record italiani di Maurizio Dal Bello, nei m.5.000 e 10.000, e, soprattutto, quello della staffetta m. 4x400.

Grande soddisfazione anche per la nostra squadra di pallacanestro che nel Campionato Italiano da noi organizzato a Romans d'Isonzo delizia un folto pubblico vincendo il titolo nazionale.
Dal 2012, inizia per l'Associazione una fase di ringiovanimento stante l'avanzare dell'età degli atleti che hanno composto il nucleo storico dell'Associazione. Questi ultimi riescono ancora a produrre ottimi risultati ma inevitabilmente non tali da toccare i fasti di qualche tempo addietro. Si investe pertanto sui giovani e i risultati non tardano ad arrivare soprattutto nel basket e in atletica leggera. I nostri giovani atleti iniziano ad attestarsi su posizioni di vertice nazionale tanto da immaginare, obbiettivamente, un futuro ricco di soddisfazioni in modo da rinverdire gli allori del passato recente. Il programma che la nostra Associazione ha sviluppato nel corso degli anni prevede: attività di promozione dello sport per persone con disabilità psichica, attività ricreative, ludico motorie e di avviamento allo sport, attività agonistica, organizzazione di manifestazioni sportive sia a livello promozionale che agonistico, co-partener di progetti transfrontalieri con la Slovenia e l'Austria, avviamento alla pratica sportiva per ragazzi con disabilità di giovane età (10 - 18 anni), attività di basket unificato tra atleti con e senza disabilità, attività di volontariato sociale.

La struttura dell'Associazione, è suddivisa in sette aree, coordinate da relativi referenti:

  • area psico-pedagogica (referente dott. Tiziano Brovedani), - area tecnica (referente sig. Luciano De Mitri)
  • area famiglie (referente sig.ra Manuela Brezza), - area volontari (referente dott.ssa Andrea Koncut)
  • area atleti (referente sig. Guido Visintin)
  • area logistico-organizzativa (referente dott.ssa Chiara Rizzi)
  • area informazione (referente dott. Marco Carissimi)

Lo Statuto

Il testo dello Statuto dell'A.S.D Giuliano Schultz è disponibile al PDF: STATUTO