Skip to main content

CRA "San Giovanni de Matha"

Il Centro Residenziale per l'Autismo (CRA) San Giovanni de Matha è il primo modello abitativo nella regione Friuli Venezia Giulia, per persone adulte con autismo in condizioni di criticità che offre 3 diverse tipologia di servizio: residenziale, semi residenziale e la funzione respiro.

PRESTAZIONI OFFERTE

Prestazioni curate dai servizi territoriali aziendali competenti possono essere: assistenza medica, assistenza medica specialistica, diagnosi, farmaceutica, protesica, prestazioni in relazioni alla necessità degli utenti ospitati

Prestazioni volte a promuovere le abilità di autosufficienza.
Focus su cura e igiene, controllo delle funzioni fisiologiche, corretta alimentazione.
Le attività mirano a promuovere l’autodeterminazione del soggetto con l’obiettivo di giungere a ridurre,l’intervento della figura adulta.

Acquisizione di competenze relative a sport e giochi di gruppo, riabilitazione con fisioterapisti, secondo un piano individuale che comprende diverse attività legate agli aspetti più importanti quali: monitoraggio dello stato di salute degli ospiti più deboli e più soggetti a malattie, educazione all’uso di ausili e protesi, insegnamento alla cura della salute.

MODALITÀ

Il CRA di Medea accoglie permanentemente o per periodi temporanei persone con disturbi generalizzati dello sviluppo e dello spettro autistico in condizione di criticità che necessitano di una ospitalità residenziale.

Le prestazioni possono essere classificate in:

  • SERVIZIO RESIDENZIALE: servizio strutturato in 3 moduli di 8 posti letto. Le camere sono singole con bagni attrezzati per rispondere alle necessità di ogni utente. Gli spazi comuni sono destinati alla vita comunitaria e domestica. Agli ospiti viene offerta una qualificata assistenza e, secondo un piano di intervento personalizzato, attività educative, terapeutico - riabilitative, ricreative e di socializzazione. 
  • FUNZIONE RESPIRO: servizio dedicato a situazioni di emergenza con bisogno immediato e temporaneo di ospitalità. con la disponibilità di 3 posti letto. Il servizio risponde a specifiche necessità di breve ospitalità della persona con disturbi dello spettro autistico in risposta a situazioni di emergenza o a difficoltà temporanee della famiglia (malattia o ricovero di un familiare, elevato stress, lutti, ecc.) a prendersi cura del congiunto, come pure per avere un periodo di "sollievo" necessario a ripristinare le risorse familiare per una positiva ed efficace gestione dei problemi legati alla disabilità del congiunto. L’accoglienza è programmabile e comunque legata alla disponibilità del posto
  • SERVIZIO SEMIRESIDENZIALE: Servizio di accoglienza diurno per persone con disturbo dello spettro autistico.
SERVIZIO RESIDENZIALE FUNZIONE RESPIRO SERVIZIO SEMIRESIDENZIALE
N° MAX UTENTI 24 3 (del residenziale) 5
PERIODO DI APERTURA TUTTO L’ANNO TUTTO L’ANNO TUTTO L’ANNO
ORARIO DI APERTURA (*) 24 ORE SU 24 24 ORE SU 24 LUN-VEN 9:00 / 16:00

LA DOMANDA DI INSERIMENTO

SERVIZIO RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE

La domanda per l’inserimento nel servizio residenziale o nel servizio semiresidenziale deve essere fatta dalla famiglia al distretto sanitario di appartenenza che convoca l’Unità di Valutazione Multidisciplinare (UVM) che ne definisce il fabbisogno dell’utente e redige il Progetto Assistenziale Individualizzato (PAI).

Il distretto di appartenenza predispone la delibera di inserimento presso la struttura dei Padri Trinitari e ne invia copia alla stessa.
Entro 10 giorni dall'ammissione dei soggetti per i quali l'UVM ha definito un progetto di vita, il CRD comunica al Distretto/Ambito di appartenenza l’ingresso dell’assistito.

L’Istituto incontra la famiglia, presenta il Centro, sottoscrive il contratto e consegna i documenti informativi. Per una corretta ed adeguata risposta ai bisogni socio-sanitari e riabilitativi del soggetto, si ritiene opportuno che la persona con disabilità venga conosciuta dall' Equipe Medica del CRD per una valutazione preventiva sull'idoneità alla presa in carico.
L’utente viene quindi accolto presso il CRD Villa Santa Maria della Pace. L’Istituto comunica per iscritto alle AAS, Distretti Sanitari di appartenenza e Comuni e/o Servizi in delega, l’avvenuta presa in carico dell’utente.

FUNZIONE RESPIRO

  • Possono fare domanda persone residenti nella provincia di Gorizia o altre province del Friuli Venezia Giulia

  • La richiesta deve essere rivolta al Rettore del centro e compilata su apposita modulistica

  • L'accettazione della domanda è vincolata al numero di posti disponibili

Per una corretta ed adeguata risposta ai bisogni socio-sanitari e riabilitativi del soggetto, si ritiene opportuno che la persona con disabilità venga conosciuta dall' Equipe Medica del CRD per una valutazione preventiva sull'idoneità alla presa in carico.

  • Fotocopia tessera sanitaria
  • Fotocopia del codice fiscale
  • Fotocopia documento d'identità
  • Copia del verbale della Commissione invalidi civili
  • Copia del Verbale della Commissione integrata di cui all'art. 4 legge 104/92
  • Scheda sanitaria compilata dal medico attestante le condizioni psico - fisiche della persona con disabilità
  • Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/03)
  • Dichiarazione liberatoria per la realizzazione di riprese video e fotografiche (d.lgs. 196/03)
  • Copia relazioni sanitarie
  • Impegnativa al pagamento delle rette di ospitalità se dovute

ORARI SEGRETERIA

Per informazioni circa:

  • Domanda e modalità d’ingresso 
  • Liste d’attesa 
  • Ricoveri 
  • Dimissioni 
  • Rette 
  • Certificazioni e documentazione di vario tipo 
  • Visite guidate alla struttura 

è possibile contattare la segreteria dell'Istituto 

dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00 e mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 17.00


CONTATTI

Indirizzo: Via Diaz, 10 - 34076 Medea (Gorizia)

Telefono: 0481 67250

Fax: 0481 67076

E-mail: istituto@trinitarimedea.it