Associazione culturale Il Cerchio

L'Associazione Culturale "Il Cerchio" nasce nel dicembre 2001 grazie all'iniziativa degli operatori del Centro Residenziale "Villa S. Maria della Pace dei Padri Trinitari". L'associazione costituisce il compimento di un percorso socioculturale iniziato molti anni prima, quando, sempre nell'ambito del Centro Villa S. Maria della Pace, venne avviata un'attività teatrale, sfociata nel 1989 nella fondazione della compagnia teatrale "Azzurro".
 In ventisette anni di attività questa compagnia di teatro sociale è cresciuta molto. Grazie alla sapiente regia di Roberto Marino Masini e poi di Stefania Turus ha realizzato innumerevoli spettacoli ed ottenuto importanti riconoscimenti.

L'Associazione Culturale "Il Cerchio" nasce quindi dalla pluridecennale esperienza sociale, teatrale e culturale degli operatori di Villa S. Maria della Pace, in sinergia con la direzione e gli obiettivi del centro stesso. Essa si occupa come già detto di teatro, attraverso la compagnia "Azzurro", ma anche di danza, musica, poesia, formazione e organizzazione di eventi.

Ogni anno l'attività vede due momenti importanti. Il primo è la rassegna "Teatro e Dintorni" nella quale vengono organizzati eventi dedicati alla danza, alla musica, alla poesia. Gli spettacoli presentano il risultato delle attività che si svolgono nei laboratori di Villa S. Maria della Pace.

In particolare ci sono alcuni appuntamenti ormai tradizionali.
In maggio l'associazione organizza una mostra d'arte in occasione della Festa degli Spaventapasseri a Medea. Nella mostra sono presentate le fotografie di Fabio Gerussi e i lavori artistici di diversi ospiti.
In giugno da molti anni si tiene, nel parco del centro, una serata dedicata alla poesia, in cui vengono invitati alcuni poeti di fama che leggono le loro opere e poi si prestano a leggere le poesie scritte dagli ospiti del centro. Tra le attività, infatti, c'è un laboratorio di poesia, che ha dato origine nel 2008 a un gruppo chiamato "Poeticando". Il gruppo, fondato da Lara Soncin e Alessio Pettarin, opera in stretto contatto con il laboratorio di "Libro d'Artista" e insieme ad esso progetta libri fatti a mano i cui testi sono le poesie stesse.

L'altro momento importante dell'associazione è "Teatro e Oltre", un percorso di formazione teatrale che si tiene generalmente nel mese di ottobre e vede la partecipazione di insegnanti qualificati che tengono corsi per operatori sociali e utenti.
Anche in questo caso i corsi si tengono da molti anni ed hanno contribuito in modo determinante alla crescita professionale degli operatori coinvolti, oltre che a creare una rete solida di relazioni con diverse compagnie di teatro sociale in Italia e Slovenia.

Un'altra iniziativa curata dall'associazione è la rivista "Il Cerchio", che si occupa della vita sociale e delle attività nel Centro Residenziale "Villa S. Maria della Pace". Anche la rivista precede l'associazione.
La sua pubblicazione Infatti è iniziata nel marzo 1993, come espressione diretta della vita di Villa S. Maria della Pace. All'inizio venne realizzata grazie al servizio di copisteria allora presente nell'istituto. Il "caporedattore" è stato dall'inizio e per moltissimi anni Roberto Masini, affiancato da molti collaboratori, ospiti e operatori del Centro.
Attualmente la rivista è realizzata da un gruppo redazionale, che raccoglie i contributi degli ospiti del Centro Residenziale.

L'Associazione Culturale "Il Cerchio", quindi, nasce ed opera nell'ambito del Centro Residenziale "Villa S. Maria della Pace" e ne condivide i principi e le finalità. Tutti i progetti sono concepiti per avere la massima partecipazione degli ospiti del centro; per questa ragione ogni evento è pensato e realizzato con attenzione alle esigenze e volontà delle persone che del centro fanno parte, in uno spirito di completa collaborazione.

Tra le ultime iniziative del "Cerchio", abbiamo l'edizione 2016 di "Teatro e Oltre", che si è tenuta tra ottobre e dicembre e si è appena conclusa. Ha visto la presenza degli insegnanti Gennaro Ponticelli, Michela Braida, Antonella Grusovin e Gioele Peressini.
Il 17 novembre abbiamo partecipato alla rassegna teatrale "Altre Espressività" con lo spettacolo intitolato "Era solo ieri" nella sala Bergamas di Gradisca d'Isonzo. 

PROGRAMMI 2017

Nel futuro prossimo abbiamo in programma la partecipazione alla serata di danza organizzata dalla Croce Rossa Italiana al teatro Gustavo da Modena di Palmanova domenica 18 dicembre; un concerto corale natalizio e un concerto musicale.
Nei primi mesi del 2017 organizzeremo il "Piccolo Festival Senza nome" con a partecipazione di compagnie di tetro sociale e dedicato alle scuole primarie; la partecipazione al festival "Tantadruj" a Lubiana; la terza edizione della rassegna musicale "Prima di Primavera", con la partecipazione di gruppi musicali locali.
Poi, andando più in là, parteciperemo alla rassegna teatrale "FestinvalOp" del Centro Mitja Čuk di Opicina (TS); alla fine di maggio 2017 ci sarà la mostra d'arte per la festa degli spaventapasseri a Medea e la serata di poesia a metà giugno. E poi... ancora idee ed eventi in elaborazione, che vedranno la luce durante l'anno.