Skip to main content

Autorizzazioni e accreditamenti

L'accreditamento istituzionale

L'accreditamento istituzionale è riconosciuto per effetto di un provvedimento amministrativo, è rilasciato a favore di un soggetto giuridico (soggetto accreditato), il quale viene abilitato ad erogare prestazioni per conto del servizio socio-sanitario regionale. L'accreditamento è presupposto necessario per poter accedere al contratto e, quindi, per ottenere la remunerazione delle prestazioni da parte del sistema sociosanitario.

L'accreditamento istituzionale di una unità d'offerta si manifesta con un provvedimento regionale, a seguito di apposita istanza e compatibilmente con la programmazione regionale. L'accreditamento presuppone l'autorizzazione ed è subordinato alla rispondenza del gestore dell'unità d'offerta ai requisiti ulteriori di qualificazione.

L'accreditamento implica un innalzamento dei livelli qualitativi del servizio rispetto all'autorizzazione e l'assunzione di una serie di obblighi nei confronti del servizio sociosanitario regionale.

I requisiti di accreditamento

Schematicamente i requisiti di accreditamento delle diverse unità di offerta, aggiuntivi o migliorativi, rispetto a quelli richiesti per l'esercizio dell'attività/autorizzazione, riguardano i seguenti aspetti:

  • strutturali: dimensioni/articolazione degli spazi, individuali e comuni
  • gestionali: standard assistenziali differenti specifici e coerenti, con corretta applicazione del contratto collettivo al personale
  • tecnologici: impianti, arredi e attrezzature (es. impianto gas medicale, letti a snodo ecc.)
  • organizzativi: carta dei servizi (contenente strumenti per la rilevazione della customer satisfaction), Piano Assistenza Individuale (P.A.I.) e fascicoli sanitario assistenziali, linee guida, protocolli, attività progettuali, debito informativo, ivi compresa la scheda struttura.